Indagini

Professore di educazione fisica nella vita e medico nel tempo libero: un truffatore provetto

medico
10 mar 2015 - 11:44

SIRACUSA - Mentre era assente giustificato dalla scuola per congedo ordinario o cosa ancor più grave per malattia e infortunio, in realtà  svolgeva servizio come medico di guardia presso strutture dell’Azienda sanitaria provinciale e cliniche private venendo meno al “principio di esclusività” che è proprio del dipendente pubblico.

Denunciato un professore 57enne di educazione fisica che, senza permesso dal Ministero, sfruttava tempo libero, ferie, permessi e persino periodi di malattia per svolgere altre attività lavorative.

Il docente, in servizio nella scuola media inferiore di una frazione di Siracusa, laureato anche in medicina e chirurgia non si è fatto molti problemi e ha ben pensato di destreggiarsi abilmente tra scuola e ospedale svolgendo contemporaneamente i due ruoli di medico-professore. Ma la truffa è stata scoperta e oggi il 57enne è stato accusato, secondo quanto affermato dalla guardia di finanza, di truffa ai danni dello Stato.

Le indagini hanno consentito di accertare che la truffa è avvenuta nell’anno scolastico 2012/2013. 

Come se non bastasse, è emerso che il doppiogiochista ha svolto anche attività in una palestra di Siracusa dalla quale ha percepito dei compensi senza specifica autorizzazione.

Commenti

commenti

Daniela Torrisi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 pensieri su “Professore di educazione fisica nella vita e medico nel tempo libero: un truffatore provetto

  1. emanuele

    la esclusività è imposta al pubblico dipendente e per questo non deve assumere altri incarichi; ma vi siete chiesti come mai i nostri parlamentari continuino a svolgere la loro attività di liberi professionisti o a sedersi nei consigli di amministrazione di società di ogni genere e a tempo perso vanno in parlamento? vogliamo la esclusività di servizio dei nostri parlamentari,per non avere il sospetto che la loro azione politica non sia viziata dal conflitto d’interessi!

    1. maria

      bravo Emanuele!!!! e cmq, tolti i giorni di malattia, non faceva nulla di male, le ferie ed i permessi gli sono garantiti come lavoratore dipendente e ne fa quel che vuole, non come certi parlamentari che si fanno mettere la presenza e sono chissà dove

Lascia un Commento