Processo

Pta Giarre, arriva la sentenza: 9 mesi per il marito di Anna Finocchiaro

melchiorre
10 giu 2016 - 16:26

CATANIA - È del primo pomeriggio la sentenza nei confronti del marito della senatrice Pd Anna Finocchiaro. Melchiorre Fidelbo, insieme con l’ex dirigente sanitario dell‘Asp 3 di Catania, Giuseppe Calaciura… protagonisti del processo Pta (Presidio territoriale) di Giarre, sono stati condannati a nove mesi con pena sospesa per abuso d’ufficio e assolti per il reato di truffa.

Parliamo di una delle vicende giudiziarie che più hanno scosso il capoluogo etneo nell’ultimo anno e che è arrivata alla terza sezione penale del tribunale di Catania. Tra i suoi protagonisti anche l’attuale senatore Antonio Scavone e l’ex manager Giovanni Puglisi… entrambi assolti dalle accuse di abuso d’ufficio e truffa.

Al centro della vicenda l’affidamento del servizio di informatizzazione del Pta. Un’assegnazione diretta e senza gara d’appalto alla società Solsamb Srl, amministrata da Fidelbo, consorte della candidata principale avversaria di Raffaele Lombardo alle elezioni regionali del 2010. L’accordo per la convenzione risale al 30 luglio 2010, il periodo in cui Lombardo inaugurava il suo quarto mandato a Palazzo d’Orleans, sancendo l’ingresso in giunta proprio del Pd. A spiegare alcuni retroscena alla terza sezione penale del tribunale di Catania, nel corso del processo, sono stati Salvatore Sciacca, Giansalvo Sciacchitano e Giovanni Benedetto, tutti e tre professionisti che facevano parte, in qualità di soci, della Solsamb Sr.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA