Incidente

Priolo, ennesima tragedia sul lavoro: muore operaio travolto da un cancello

Incidente Coemi
11 set 2015 - 18:50

SIRACUSA - Dopo l’incidente di alcuni giorni fa che ha visto vittime due operai precipitati in un pozzetto nel petrolchimico di Priolo (qui l’articolo), un’ennesima tragedia ha colpito stamani un operaio che è stato travolto da un cancello mentre si trovava all’interno della Coemi di Priolo. 

Le condizioni del 61enne Vincenzo Guercio sono subito apparse gravi e nonostante sia stato trasportato d’urgenza all’ospedale “Cannizzaro” di Catania, tramite l’elisoccorso, è deceduto poco dopo. 

L’operaio lavorava per una ditta che si occupa di impianti elettrici e manutenzione per diverse aziende della zona industriale. 

Secondo quanto raccontato dai colleghi, l’uomo, insieme ad altri due operai, stava lavorando alla manutenzione del cancello in ferro della ditta per ripristinarne il regolare funzionamento quando, all’improvviso, è rimasto schiacciato dal cancello che, fuoriuscito dal binario inferiore di scorrimento, è caduto addosso alla vittima. Le cause sono ancora in corso di accertamento. 

I segretari generali di Fim Cisl, Fiom Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil, Gesualdo Getulio, Sebastiano Catinella e Marco Faranda, hanno così commentato l’accaduto: “Alzare i livelli di guardia sulla sicurezza nei luoghi di lavoro”.

E ancora: “Fim, Fiom e Uilm si stringono al dolore della famiglia di Vincenzo Guercio vittima dell’ennesimo incidente sul lavoro. Ora bisogna interrogarsi seriamente sulla necessità di intensificare i controlli e alzare i livelli di guardia e di attenzione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. La morte del capo officina della Coemi, è l’ennesima di una lunga, tragica e intollerabile lista. La gente ha bisogno di lavoro, gli operai chiedono dignità e la certezza di potere tornare a casa”.

Fonte immagine: SiracusaOggi.it

Commenti

commenti

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento