Solidarietà

Presentata a Catania 19° Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

19° Giornata Nazionale della Colletta Alimentare
25 nov 2015 - 16:04

CATANIA -La fame oggi ha assunto le dimensioni di un vero scandalo che minaccia la vita e la dignità di tante persone. Ma tutti possono fare qualcosa di umile che ha la forza di un miracolo“.

È partendo da queste parole di Papa Francesco che si è aperta la presentazione della 19° Giornata Nazionale della Colletta Alimentare che si terrà, su tutto il territorio nazionale, sabato 28 novembre, promossa dalla Fondazione Banco Alimentare.

In Sicilia è il Banco Alimentare della Sicilia onlus a sostenere i più bisognosi e ad oggi si contano 168.143 persone che vengono assistite nelle sette province di Agrigento, Caltanissetta, Enna, Messina, Siracusa, Ragusa e Catania.

In quest’ultima, in particolare, sono 83 mila gli assistiti nelle 211 strutture caritative convenzionate con il Banco e di questi 7.007 sono bambini al di sotto dei cinque anni di età.

I dati Istat forniti all’inizio di questa settimana mostrano un dato relativamente positivo e cioè che, negli ultimi due anni, l’indice di povertà assoluta non è né in salita, né in discesa, ma, come afferma Domenico Messina, direttore del Banco Alimentare della Sicilia onlus, “Benché viviamo un momento di stabilità, questa situazione non ci lascia comunque tranquilli nella lotta quotidiana a favore dei più bisognosi. Quindi continuiamo nell’azione di recupero e raccolta cibo per donarlo a chi ne ha bisogno”.

Presente all’incontro anche Filippo Immè, presidente dell’associazione Accoglienza e Solidarietà, che ha presentato il progetto “Spendiamoci bene” che vede, al centro del programma, l‘apertura a Catania di un “Emporio Solidale”, il primo in Sicilia, che si propone sia come punto di riferimento per la comunità che come modello replicabile in altre realtà territoriali. 

L’emporio, che sarà distribuito su due livelli per un totale di 300 mq, verrà inaugurato nei primi giorni di dicembre e sarà un vero e proprio supermercato, di media grandezza, in cui le persone bisognose potranno acquistare gratuitamente con una card a punti, ciò di cui necessitano.

Il sindaco di Tremestieri Etneo, Santi Rando, che ha messo a disposizione i locali a titolo gratuito, ha posto in evidenza come singoli gesti quotidiani possano fare la differenza aiutando molte famiglie che versano in condizioni di estremo disagio.

 

Daniela Torrisi



© RIPRODUZIONE RISERVATA