Soaco

Presentato il programma 2016 dell’aeroporto Pio La Torre di Comiso

20160304_da_sin_porretto_taverniti_spataro_dibennardo_dierna
4 mar 2016 - 18:50

COMISO - È stato presentato oggi, nella sala del Libero Belgiorno, il Summer 2016 dell’aeroporto Pio La Torre di Comiso, con la partecipazione anche del sindaco Filippo Spataro.

Durante la cerimonia il sindaco ha dichiarato: “Nonostante i gufi, la nostra aerostazione cresce costantemente e va non bene, ma benissimo, con tutta una serie di criticità in via di soluzione, a partire dal problema dei controllori di volo, sul quale sono ottimista. Appare evidente come il territorio risponda sempre meglio alla novità rappresentata dall’aeroporto, contro gli scetticismi, ormai superati, di chi vedeva solo nero. Ora serve che ci si inizi a organizzare al meglio per favorire una infrastruttura preziosa che, in sinergia con Catania, interessa più di mezza Sicilia”.

Il responsabile del settore commerciale Soaco, Paolo Dierna, ha presentato i voli di linea e charter programmati dal 27 marzo al 29 ottobre 2016 sottolineando come in questo periodo aumenteranno del 37% i voli settimanali di Raynair.

L’incremento dell’attività dell’aeroporto Pio La Torre è stato poi confermato anche dal presidente di SoacoRosario Dibennardo: “Gli incrementi che abbiamo calcolato sono in qualche modo ipotizzati per difetto. Il Summer che stiamo presentando è sicuramente un prospetto di ampio respiro che guarda lontano, nella consapevolezza che il traguardo del milione di passeggeri non è distante, anzi. Certo, serviranno investimenti, certo servirà molto lavoro, molta fatica. Ma siamo sicuri che la nostra strategia è giusta: piccoli passi uno dietro l’altro, in una precisa direzione, costruendo la crescita del Pio La Torre con metodo e senza strappi”.

“Del resto - ha concluso il presidente Dibennardo-  i numeri sono in costante crescita. A fronte di un aumento complessivo dei passeggeri del 13,7% nel 2015, il 2016 è iniziato ancora meglio, con +42% nel primo bimestre 2016 sull’analogo periodo del 2015. Per quanto riguarda poi il traffico charter, a oggi si registra un incremento del +56%, ma non è da escludere un ulteriore miglioramento del dato”.

 

Francesca Guglielmino



© RIPRODUZIONE RISERVATA