Truffa

Preleva migliaia di euro con documenti falsi fabbricati in casa

carta d'identità
21 mag 2016 - 09:47

PALERMO - Gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato M.V., 71 anni, con l’accusa di possesso e fabbricazione di documenti falsi.

L’uomo, infatti, aveva tentato di riscuotere una somma di denaro con un documento d’identità falso. L’episodio si è verificato ieri intorno alle 14, quando gli agenti si sono recati in via Leonardo Da Vinci, dove il direttore di un ufficio postale aveva segnalato la presenza dell’individuo.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno individuato e sottoposto a controllo l’uomo che, pochi istanti prima, aveva cercato di effettuare l’operazione allo sportello.

In un primo momento ha declinato le generalità indicate sul documento d’identità che aveva presentato allo sportello ma, in un secondo momento, incalzato dalle domande degli agenti, ha ammesso la sua reale identità.

Indagini più approfondite hanno permesso di accertare come l’uomo, un 71enne palermitano, si fosse presentato in altri due uffici postali, con un documento contraffatto e una carta banco posta di cui aveva il Pin, riuscendo a effettuare prelievi per un totale di 3.850 euro.

M.V. accompagnato presso gli uffici di polizia, è stato tratto in arresto e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari. Indagini sono in corso per stabilire se l’odierno arrestato fosse il terminale di una più ampia filiera della truffa.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA