Università

Precari e contratto integrativo, sfide CISL del domani

rsu_cisl_univ_ct
28 feb 2015 - 19:29

CATANIA – Precari, contratto integrativo e nuovi concorsi sono le sfide che intende intraprendere la Cisl Università dopo l’elezione della Rappresentanza sindacale unitaria (Rsu) del personale tecnico amministrativo dell’ateneo fissato per il 3, 4 e 5 marzo. I candidati si sono presentati alla segretaria generale della Cisl di Catania Rosaria Rotolo.

«Ci aspetta una stagione sindacale in cui la contrattazione sarà al centro del nostro modo di fare sindacato – spiega Antonella Lanzafame, segretaria generale della Cisl Università etnea ci sono ancora 250 precari da stabilizzare, ci sono anche contratti a tempo determinato, vorremmo riuscire a dare ogni anno un contratto integrativo che attenui il blocco del contratto nazionale, e poter avere riconosciuta la propria professionalità. Il sindacato – aggiunge – deve avere un’adeguata rappresentanza per poter portare avanti queste battaglie. Ecco perché è importante la partecipazione al voto. I lavoratori non devono rinunciare all’opportunità di rispondere in maniera forte e decisa a quella politica nazionale che in maniera insidiosa vuole sottrarre spazi e prerogative all’azione sindacale e alla sua rappresentatività. Noi lo faremo col nostro entusiasmo e con la nostra passione».

Per Rosaria Rotolo «la Rsu dell’Università deve lavorare perché l’Ateneo sia sempre più soggetto sociale e contribuisca al progetto di crescita e di sviluppo del territorio».

Questi i candidati della lista Cisl Università: Federico Parrinello, Maria Sanfilippo, Barbara Russo, Ennio Li volsi, Giuseppe Melchiorri, Angela Baldacchino, Dario Maccarronello, Salvo Frischetto, Francesco Lombardo, Viviana Ardita, Giovanna Iurato, Tino Pappalardo, Francesca Spampinato, Angelo Litrico, Nunzio Nicotra, Anna Fidotta, Nino Guglielmino, Bice Immé, Gabriella Nicosia, Maurizio Ucchino.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento