Evasione

Porto Empedocle, sorvegliato speciale finge di andare in ospedale, ma lo ritrovano in discoteca

Foto di repertorio
Foto di repertorio
13 ago 2016 - 06:51

PORTO EMPEDOCLE - Quando l’estate arriva, la voglia di andare a ballare e divertirsi travolge proprio tutti senza distinzioni. Ma che fare se sei un sorvegliato speciale che non può neanche uscire da casa? Semplice: fingi di andare in ospedale ed il gioco è fatto!

È successo a Porto Empedocle, dove un uomo di 40 anni, sorvegliato speciale appunto, è stato denunciato dagli agenti del commissariato di polizia frontiera per aver violato gli obblighi di sorveglianza speciale e minacce.

In sostanza l’uomo, con obbligo di dimora, aveva chiesto ai poliziotti il permesso di andare in ospedale ad Agrigento per dei controlli, permesso che gli è stato accordato.

Quando però gli agenti si sono messi sulle tracce del 40enne per verificare dove realmente fosse andato hanno capito subito che l’uomo non si era diretto al nosocomio, bensì era andato dritto, dritto a ballare balli latino-americani in un locale della cittadina marinara.

Ma oltre il danno anche la beffa perché l’evasore alla vista dei poliziotti si è alterato ed ha iniziato a minacciare ma subito è stato bloccato dagli agenti.

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA