Arresto

Un ponteggio e l’idea geniale: carcerato tenta la fuga arrampicandosi

carcere
8 nov 2016 - 09:58

MESSINA - Ha tentato l’ardua impresa, ma il suo tentativo di fuga non è andato a buon fine.

È quanto accaduto ieri pomeriggio al carcere di Gazzi, in provincia di Messina, dove un detenuto ha cercato di scappare scavalcando la recinzione. Verso le ore 16, infatti, l’uomo era a passeggio all’interno della casa circondariale durante le ore riservate all’uscita. Improvvisamente il “lampo di genio”: tentare di fuggire sfruttando l’impalcatura usata per alcune ristrutturazioni.

Dopo essersi arrampicato, però, gli agenti sono intervenuti: le immagini delle telecamere, infatti, lo hanno incastrato. Tuttavia, la resa non è stata immediata: ci sono voluti ben 45 minuti per riportarlo a terra.

Il tutto nonostante le enormi difficoltà e carenze di personale all’interno del carcere, dove sono presenti appena 206 agenti, di cui 42 donne, a fronte dei 237 detenuti.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA