Enogastronomia

Pomodoro Igp di Pachino sotto i riflettori dei media

costoluto igp-1
14 apr 2015 - 15:45

PACHINO - Il pomodoro di Pachino Igp continua ad essere scelto come prodotto di punta in grado di rappresentare l’enogastronomia tricolore nel mondo. Giungono da più parti i riconoscimenti per l’oro rosso e verde del sud-est, che sarà al centro di diverse iniziative editoriali e campagne di comunicazione di rilievo nazionale. Il pomodoro di Pachino Igp sarà presente nella pubblicazione edita dall’Accademia Barilla che raccoglie le principali eccellenze agroalimentari italiane. Un ulteriore riconoscimento giunge poi dall’agenzia milanese Mud, che sta organizzando una campagna di comunicazione per Expo a cui parteciperà come testimonial lo chef Carlo Cracco.

Non solo cibo e buona tavola, ma anche territorio nell’orizzonte del pomodoro di Pachino Igp: grazie alla collaborazione con il tour operator internazionale Crepaldi International Tour, il Consorzio è stato scelto per essere inserito in una iniziativa importante, “Nostra Italia“, il cui testimonial è il noto geologo e ricercatore Mario Tozzi, volta a valorizzare i territori attraverso le sue peculiarità fisiche, culturali ed enogastronomiche. All’interno dei suoi itinerari, oltre ad inserire iniziative e luoghi di arte e cultura, la Crepaldi International Tour ha creato la formula “viaggio esperienza” presso le aziende del Made in Italy; si tratta di visite guidate create ad hoc dove l’imprenditore ha la possibilità di far conoscere la propria realtà, ma anche l’opportunità di far acquistare i propri prodotti.

Sono inoltre in corso dei contatti con il Comune di Noto per la partecipazione alla prossima edizione dell’Infiorata. “Si tratta di un’iniziativa che non si limiterà alla promozione durante il celebre evento – spiega il presidente del Consorzio Sebastiano Fortunato - ma che proseguirà con un protocollo d’intesa finalizzato a promuovere il pomodoro Igp in tutta l’estensione dei suoi territori di produzione”.

Tale strategia arricchirà ulteriormente il consueto appuntamento con la Festa del Pomodoro, che si svolgerà per la settima edizione ad agosto. Si sta valutando la possibilità che la manifestazione possa diventare itinerante per cui nei prossimi giorni si prenderanno dei contatti al riguardo con il Comune di Portopalo. “Purtroppo fino ad oggi – ha dichiarato il direttore Salvatore Chiaramidanon abbiamo notizie certe da parte del Comune di Pachino che continua a mantenere nei confronti del Consorzio un atteggiamento inspiegabilmente ostile. Quello che è certo è che andremo avanti comunque, altrove gli estimatori e i sostenitori non mancano“. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento