Ambiente

Plemmirio, campo di pallanuoto e “no alle cicche”

pallanuoto nel mare del Plemmirio
31 lug 2015 - 16:48

SIRACUSA - Un “campo” di pallanuoto nella zona “C” dell’Area Marina Protetta del Plemmirio. Il demanio marittimo in perfetta sinergia con l’oasi marina ha concesso “il temporaneo utilizzo del pubblico demanio marittimo per lo svolgimento di eventi sportivi da svolgere in mare” accogliendo la richiesta di collaborazione per “attività sportiva in acqua” nelle acque del Plemmirio al Circolo Canottieri Ortigia. In particolare lo specchio acqueo interessato ha le dimensioni di 25×20 metri e fino al 5 settembre l’attività sarà consentita attraverso il posizionamento dell’area di gioco.

Intanto l’Area Marina Protetta del Plemmirio ha aderito anche quest’anno alla campagna di sensibilizzazione di Marevivo “Ma il mare non vale ad una cicca” attraverso il coinvolgimento dell’associazione di volontariato “Nuova Acropoli” . In particolare, i volontari saranno all’opera nelle spiagge dell’oasi marina siracusana alla Fanusa e a Terrauzza, domenica 9, sabato 15 (ferragosto) e domenica 16. Come recita il comunicato stampa di Marevivo non solo prova costume. Ma anche prova di buona educazione e sensibilità ambientale. Non solo il momento per dare il meglio di sé dal punto di vista della linea. Ma anche la stagione per dare il nostro piccolo, grande contributo per la tutela delle spiagge e la salvaguardia del mare. E allora, insieme a costume e crema solare, per affrontare l’estate che ormai entra nel vivo, non possiamo fare a meno delle nostre migliori abitudini. Come quella, ad esempio, di tenere sotto l’ombrellone un posacenere sempre a portata di mano, dove riporre i mozziconi senza abbandonarli sulla spiaggia. Evitando, quindi, che finiscano in mare.

L’iniziativa torna dunque sulle spiagge italiane, per il settimo anno consecutivo, con la campagna “MA IL MARE NON VALE UNA CICCA”. 8mila km di coste italiane e mille volontari saranno impegnati nella distribuzione di 120 mila posacenere tascabili, lavabili e quindi riutilizzabili. Un’iniziativa che permetterà di risparmiare al mare una fila di mozziconi lunga migliaia di chilometri.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento