Lutto

Pioppo, funerali dei tre ragazzi morti nell’incidente tra lacrime e dolore

foto presa da palermo.repubblica.it
foto presa da palermo.repubblica.it
3 nov 2016 - 18:05

MONREALE – Tantissima gente seduta sui marciapiedi, altri affacciati ai balconi di casa, bandiere a mezz’asta, commozione e tanto dolore: alle 15 di questo pomeriggio si sono svolti i funerali di Angelo Marceca, Giacomo Guardi (entrambi 19 anni) e di Giosuè Guardi (16 anni), nella chiesa di San Giuseppe a Pioppo, per dare l’ultimo saluto.

I tre giovani erano rimasti coinvolti nel tragico incidente stradale avvenuto martedì sera sulla provinciale 186, che collega Monreale a Pioppo: a bordo di una Opel Corsa erano finiti contro il muro di recinzione di una casa cantoniera, ad alta velocità. 

Più di 3000 persone presenti tra parenti, amici, compagni di scuola e residenti nella frazione di Monreale che hanno voluto partecipare alla triste cerimonia. L’unico “problema” della chiesa di San Giuseppe a Pioppo è stato lo spazio: troppo piccola per contenere tutti. In pochi hanno trovato posto all’interno, il resto è rimasto sul sagrato, ascoltando la Santa Messa grazie a degli altoparlanti installati all’esterno dell’edificio religioso.

Il primo pensiero lo ha rivolto il papà di Gabriele Diliberto: il figlio 19 enne, infatti, è ricoverato in gravi condizioni alla Rianimazione del Civico. “Signori, vi porto il saluto e l’abbraccio di mio figlio Gabriele”.

Presenti il sindaco Piero Capizzi ed il comandante dei Carabinieri della compagnia di Monreale, Silvio Volpe: la commozione ed il dolore tra i presenti indescrivibili e sui feretri sono state disposte, una accanto all’altra, le foto dei tre giovani amici. Cartelloni colorati e teli bianchi affissi sui balconi delle case di fronte alla chiesa, tutti preparati dagli amici, che li hanno voluti ricordare come meglio potevano per l’ultimo saluto.

Gabriele Paratore



© RIPRODUZIONE RISERVATA