Persecuzione

Picchiata a calci e pugni dall’ex convivente. Arrestato stalker catanese

752073-stalking
8 feb 2016 - 16:38

CATANIA - Non è riuscito a farsene una ragione e ha continuato a perseguitare l’ex convivente a suon di botte e litigi che, alla fine, gli sono costati “due braccialetti” ai polsi.

Danilo Concetto Nicolosi non ha mai accettato la rottura della relazione che lo legava alla “sua” donna e, come un ragno che tesse la sua tela, ha cercato in tutti i modi di riprendersi quella che ormai era diventata la sua preda più succulenta.

Domenica pomeriggio, al culmine dell’ennesima lite, l’uomo ha aggredito l’ex convivente a calci e pugni sfogando tutta la sua rabbia sul corpo della vittima.

Fortunatamente la donna è riuscita a divincolarsi e a scappare trovando rifugio in ospedale, luogo dal quale è partita la chiamata che ha scongiurato una vera e propria tragedia.

Gli agenti della polizia, tempestivamente giunti sul posto, si sono messi alla caccia dell’uomo che, nel frattempo, aveva cercato invano un luogo sicuro dove nascondersi all’interno dello stesso ospedale.

La donna, rassicurata dall’intervento dei poliziotti, ha raccontato il suo lungo calvario – cominciato proprio quel giorno in cui aveva deciso di chiudere la relazione con Danilo - e che le aveva fatto vivere giorni di inferno.

Danilo Concetto Nicolosi è stato arrestato con l’accusa di stalking (atti persecutori) e si trova attualmente agli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima.

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA