Operazione

Pesanti minacce verso la Polizia: “Vi taglio la gola e vi faccio saltare in aria”, rimpatriato un marocchino pregiudicato

Fonte : La Notizia Quotidiana
Fonte : La Notizia Quotidiana
22 ago 2017 - 11:53

CATANIA – Un soggetto particolarmente pericoloso e violento. Si può descrivere così Belkamoun Mohamed, 34enne pregiudicato, rimpatriato in Marocco dall’aeroporto di Roma Fiumicino. 

Il lungo percorso burocratico è stato supportato da una peculiare attività info-investigativa della Sezione Antiterrorismo della Digos di Catania in stretta collaborazione con il locale Ufficio Immigrazioni.

L’uomo aveva avuto a che fare con le forze dell’ordine per i reati di violenza, minaccia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale oltre al porto di armi od oggetti atti ad offendere, già lo scorso 6 marzo.

Minacciava gli operatori di tagliar loro la gola promettendogli che li avrebbe fatti saltare in aria un giorno. Ebbene, nel periodo trascorso in carcere, Belkamoun ha evidenziato “estraneazione all’ambiente detentivo e disturbi del pensiero con ideazioni persecutive nei confronti della Polizia”. 

Motivo per cui è stato immediatamente messo sotto sorveglianza, l’uomo infatti, secondo gli agenti, è un soggetto a rischio di radicalizzazione e proselitismo. Una volta scontata la pena ed essere stato pertanto scarcerato lo scorso 12 luglio in ottemperanza alla sentenza di condanna emessa dal Tribunale di Catania alla pena di mesi quattordici di reclusione, si è provveduto al suo rimpatrio in Marocco, avvenuto appunto nella giornata di ieri.

La pericolosità di Belkamoun – coniugato fittiziamente con cittadina italiana e con precedenti per violazione di domicilio, danneggiamento, furto ed uso di stupefacenti – è stata evidenziata anche dalle Autorità Diplomatiche marocchine in Italia che hanno agevolato l’iter del rimpatrio dello straniero.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA