Itinerari

Perché la natura ci attira così tanto? Ecco svelata la magia

5 apr 2015 - 10:23

Quale migliore occasione per concedersi una boccata d’aria fresca in mezzo alla natura e ritrovare il piacere del “vivere la campagna”.

Le festività pasquali, si sa, sono ricche di momenti di condivisione e occasioni irripetibili per riprendere contatto con la natura, quasi come se si subisse l’attrazione e il fascino di qualcosa di magico.

Perché tanta magia?

Andiamo a scoprirlo.

Sarà perché la campagna è la “culla” della civiltà o semplicemente perché riesce ad evocare ricordi ed emozioni uniche?

O forse perché non esiste nulla di più puro, genuino, sano di un paesaggio incontaminato, dove tutto è esattamente al posto giusto ed assolve perfettamente a quel fantastico “disegno” cui è destinato.

Ci sono. Deve trattarsi di quella sensazione di “piccolezza” che si prova quando si è a tu per tu con un albero. I suoi rami sono generosi e offrono ospitalità incondizionata ad animali di ogni genere. Per non parlare del ristoro in una calda giornata estiva sotto le sue protettive fronde.

No, non è solo questo, ma sento che ci stiamo avvicinando. 

È il suono di un ruscello, di un rigagnolo che disseta i fiori di campo. O forse è il vento, magistrale sinfonia tra le spighe che svettano verso il cielo.

 E che dire dei colori, sfumature eccentriche di un mondo sempre più grigio?

Non dimentichiamo i profumi ma soprattutto i sapori. La dolcezza di un grappolo d’uva appena raccolto, o del prezioso lavoro delle api, della frutta di stagione.

Dev’essere il Sole, invito a schiudere le i germogli, alla fioritura, alla schiusa, alla migrazione.

Dev’essere tutto questo. Non credete?

Un tesoro da scoprire ogni giorno ma soprattutto da custodire.

E quando si tratta di custodire un bene così prezioso non si può non pensare a “Gusto di campagna”.

L’Associazione custodisce valori e intenti di coloro che hanno fatto della campagna la loro ragione di vita. 

Attraverso la promozione, la conoscenza, la valorizzazione, lo sviluppo socio-culturale del mondo rurale siciliano, mantiene vivo l’amore per la terra.

Gusto di campagna è una rete che raggruppa mestieri, professionalità ed esperienze diverse in un’ottica collaborativa e creativa per la ricerca e l’azione nel mondo rurale fondata sull’innovazione, la tradizione, la multidisciplinarità, la circolazione delle idee, la cooperazione, la convivialità.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento