Processo

Per “i treni del gol” il capolinea è ancora lontano. Udienza rinviata al 12 maggio

Tribunale Catania
14 apr 2016 - 15:36

CATANIA - Non si è ancora entrati nel vivo della discussione.

Il processo che vede coinvolti, tra gli altri, Nino Pulvirenti, Pablo Cosentino, Daniele Delli Carri e Gianluca Impellizzeri - per la questione legata alla compravendita di cinque partite nella stagione 2014-2015 del campionato di serie B – prosegue la sua corsa di rinvio in rinvio.

Nulla di patologico, soltanto la necessità di ultimare la fasi che precederanno la “discussione”, quelle che riguardano l’eventuale ammissione delle parti che hanno depositato atto di costituzione di parte civile innanzi al giudice.

Il magistrato Francesca Cercone ha sentito questa mattina i legali che hanno chiesto di costituirsi parte civile in rappresentanza degli enti e delle associazioni ritenute lese dalla vicenda e quelli degli imputati, i quali, hanno in modo quasi unanime, chiesto l’esclusione delle associazioni “Codici Onlus”, “Codici Sicilia”, “Consitalia”, “Prolegis” e “Conscomatori” per la “vaghezza e la genericità dei fini statutari” per i quali chiedono di essere ammessi al processo.

La riserva verrà sciolta il prossimo 12 maggio sulla scorta delle valutazioni che il magistrato opererà nei confronti delle eccezioni presentate oggi dai difensori.

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA