Prostituzione

“Per favore non mandatela via, mi sono innamorato”. Sequestrata ennesima casa a luci rosse

prostituzione
15 ott 2015 - 10:44

RAGUSA – “Per favore non mandatela via mi sono innamorato, non fa nulla di male”, queste sono le parole di un cinquantenne ragusano trovato in compagnia di una prostituta colombina arrestata dalla polizia.

Secondo quanto accaduto la donna, con cittadinanza italiana, riceveva i clienti comodamente in casa sua in pieno centro storico. 

A denunciare l’accaduto è stata una vicina che quotidianamente sentiva urla e altro genere di rumori provenienti dalla casa accanto, che non sapeva più come spiegare ai propri figli. 

Tempestivamente sono iniziate le indagini da parte della sezione specializzata in criminalità straniera e prostituzione che ha trovato davanti l’abitazione della colombina alcuni clienti in attesa, constatando quanto aveva denunciato la cittadina ragusana. 

Al momento del fermo la donna intratteneva un cliente che ha tentato di dissuadere gli agenti di polizia dal procedere, mentre durante la perquisizione sono stati ritrovati accessori per ogni gusto sessuale come falli di gomma, vibratori, gel lubrificanti, unguenti afrodisiaci, fruste, cinghie e corpetti sado-maso. 

Nel corso delle indagini è emerso che il tariffario della prostituta si aggirava tra i 50 e 200 euro, a seconda della durata dell’incontro e dalle richieste del cliente. 

Arriva così a quindici il numero delle case a luci rosse chiuse a Ragusa tra il 2014 e il 2015.  

Commenti

commenti

Francesca Guglielmino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento