Denuncia

A Paternò altri avvelenamenti di cani, l’Enpa: “Nel Catanese ormai è strage”

Cane
1 feb 2017 - 17:20

CATANIA - La sezione provinciale di Catania dell’Enpa (Ente nazionale protezione animali) denuncia la strage di cani randagi che sta avvenendo in questi giorni, l’ultimo episodio risale alla tarda serata di ieri quando a Paternò sono stati avvelenati due cani, Ciccio e Gino, ma sfortunatamente Gino non ha retto il forte veleno ingerito.

Questa è la nota dell’Enpa Catania: “Nel Catanese ormai è strage di cani randagi con un nuovo, gravissimo, episodio di avvelenamento a distanza di 10 giorni dal precedente. Nella tarda serata di ieri, martedì, a Paternò (Catania) sono stati avvelenati i cani del quartiere di Piazza Vittorio Veneto. Almeno due hanno ingerito il veleno, Ciccio e Gino. Il primo sta lottando per la vita, il secondo non c’è l’ha fatta. Entrambi erano cani di quartiere di indole docile, microchippati e sterilizzati. Degli altri cani nessuna traccia. Solo uno è stato messo in salvo da una volontaria”.

Il presidente provinciale Cataldo Paradiso inoltre afferma: «Siamo stanchi e addolorati per questi terribili episodi che si ripetono oramai con una cadenza impressionante. Martedì sera ci siamo mobilitati in tanti per le operazioni di ricerca dei randagi scomparsi e per verificare la presenza di altre esche sul territorio per prevenire altri casi di avvelenamento».

 

Comments

comments

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento