Condanna

Partecipa a una spedizione punitiva: arrestato ex assessore comunale

Carramba
21 giu 2017 - 13:10

CALATABIANO - I Carabinieri hanno arrestato il 35enne Giovanni Torrisi, perché riconosciuto colpevole dai giudici del concorso in omicidio e rapina aggravati, reati commessi il 23 gennaio del 2013 a Calatabiano.

Giovanni Torrisi, 36 anni

Giovanni Torrisi, 36 anni

L’uomo che si trovava ai domiciliari è stato condannato ad anni 6 e mesi 6 di reclusione, sconterà la pena nel carcere di Catania Piazza Lanza dov’è stato associato al termine delle formalità di rito.

Secondo l’accusa, Torrisi e Francesco Cavallaro avrebbero fatto parte di una spedizione punitiva verso un pastore del posto per il furto di alcune pecore. Insieme a lui Mariano Nucifora, la vittima del presunto furto, che si trovava anche lui ai domiciliari e che già è stato condotto nel carcere di piazza Lanza qualche giorno fa. Un altro membro del commando punitivo, Francesco Grasso, è stato anche lui assolto dall’accusa più grave, quella di omicidio e risponderà solo della tentata rapina. Infine l’esecutore materiale del delitto Salvatore Musumeci, conosciuto come “Turi killer”, che subito dopo l’accaduto si era presentato con il suo avvocato dai carabinieri per costituirsi.

Il pastore, Salvatore Buda, venne ucciso nel gennaio 2013 con un colpo di fucile sparato a distanza ravvicinata in contrada felicetto, nell’agro di Calatabiano. I sei membri della spedizione punitiva erano stati individuati e arrestati già nel luglio dello stesso anno nell’ambito dell’operazione “Bella Cumpassa”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA