Scalpore

Parcheggio in divieto, comandante VV.UU. di Palermo: “Ero disattento”

divieto di sosta
5 mag 2016 - 16:45

PALERMO - “È stata una disattenzione e non cerco giustificazioni, ma spero che nessuno prenda di mira l’intero corpo di polizia”. Sono queste le parole del comandante dei vigili urbani di Palermo, Vincenzo Messina, colto in flagrante mentre parcheggiava la sua auto in divieto di sosta in piazza Virgilio.

“In altre circostanze ho motivato le mie negligenze per interventi repentini necessari, questa volta, però, ammetto di essere stato disattento. Non posso che manifestare il mio rammarico e porgere le mie scuse alla città e agli agenti, che ogni giorno lottano contro i comportamenti non corretti. Mi auguro che per un atteggiamento certamente censurabile non venga attaccato l’intero corpo di polizia, che combatte ogni giorno con risultati tangibili e visibili”.

Intanto, però, lo scalpore non è passato inosservato agli occhi del Codacons, che chiede le dimissioni del comandante Messina: “Qualora fosse vero ciò che è accaduto, le dimissioni sarebbero un gesto spontaneo di rispetto verso coloro che si occupano di osservare il codice della strada e che quando sbagliano pagano. Chi riveste certi ruoli dovrebbe dare il buon esempio”.

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA