Mobilità

Palermo: “Ztl attive da fine Marzo”. I dettagli

Ztl
17 feb 2016 - 17:30

PALERMO - “Le ZTL partiranno entro la fine di marzo e, prima che questo avvenga, sarà attivata una navetta gratuita all’interno del centro storico e con una frequenza di 6-8 minuti”.

Il momento tanto atteso sembra finalmente essere arrivato. Dopo il tam-tam mediatico a cui è seguita una lunga querelle di polemiche, l’amministrazione comunale di Palermo, tramite le parole del sindaco Leoluca Orlando e dell’assessore alla mobilità Giusto Catania, ha presentato il Disciplinare tecnico centrale della ztl.

Parliamo di un documento che serve a regolamentare la Ztl, le cui direttive sono in accordo con i contenuti della Circolare Ministeriale.

Come funzionerà?

Secondo quanto previsto dal disciplinare, le ZTL saranno attive dal lunedì al venerdì, dalle 8,00 alle 14,30 e dalle 15,30 alle 20,00; il sabato nella fascia oraria dalle 8,00 alle 13,00. Negli orari di validità, ovviamente, saranno vietati l’ingresso, la circolazione e la sosta dei veicoli non autorizzati.

Non v’è dubbio che si tratti di un ulteriore passo in avanti a Palermo nel promuovere mobilità sostenibile e tutela dell’ambiente.

“Abbiamo inaugurato le nuove stazioni della metropolitana a Palermo – racconta Orlando – il cosiddetto passante ferroviario, le linee di tram sono in funzione e stiamo ottenendo i finanziamenti del Governo nazionale per ampliare la zona a traffico limitato – continua Orlando -. Procediamo con le pedonalizzazioni, mentre bike sharing e car sharing sono ormai due realtà concrete che fanno del capoluogo di regione un punto di riferimento riconosciuto a livello nazionale per la mobilità sostenibile“.

Come già annunciato nei giorni scorsi, le zone a traffico limitato saranno la 1 e la 2. La 1 avrà il seguente perimetro (percorribile anche senza pass): via Lincoln, piazza Giulio Cesare, piazza Sant’Antonino, corso Tukory, via Re Ruggero, piazza Indipendenza, corso Calatafimi (nel tratto iniziale e più vicino a piazza Indipendenza), corso Alberto Amedeo, piazza Vittorio Emanuele Orlando, via Goethe, via Nicolà Turrisi, via Villa Filippina, piazza San Francesco di Paola, via Pignatelli Aragona, piazza Giuseppe Verdi, via Cavour, piazza XIII Vittime, via Francesco Crispi, via Cala e Foro Umberto Primo.

I limiti della Ztl 2, invece, saranno piazza XIII Vittime, via Francesco Crispi, piazza della Pace, via Piano dell’Ucciardone, piazza Carlo Giachery, via Duca della Verdura, via Emanuele Notarbartolo (tratto), via Piersanti Mattarella, via Principe di Villafranca, via Paolo Paternostro, via Giovanni Amendola, piazza San Francesco di Paola, via Pignatelli Aragona, piazza Giuseppe Verdi e via Camillo Cavour.

“L’obiettivo principale della Giunta comunale è quello di trovare un corretto equilibrio tra le esigenze di mobilità dei cittadini e l’abbattimento dei livelli di inquinamento ambientale - conclude Orlando -. Vogliamo fare in modo che la Ztl non sia uno spauracchio ma un ulteriore contributo per rendere Palermo una città europea e vivibile”.

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA