Scandalo

Palermo: sesso col prof di religione, le rivelazioni choc della studentessa

scuola Lampedusa aula banchi
1 giu 2016 - 12:21

PALERMO – “Io lo amo e quando sarò maggiorenne ci sposeremo”.

Hanno sconvolto tutti le dichiarazioni rilasciate a “La Repubblica” dalla 14 enne coinvolta nello scandalo insieme con il suo professore di religione Giuseppe Puccio, a causa della loro relazione che è finita alla ribalta della cronaca dopo l’arresto dell’uomo di quarantasette anni.

Gli oltre venti anni di differenza non sembrano affatto intimorire la giovanissima, che oggi si mostra pronta a tutto per proteggere la relazione iniziata un anno fa.

“Era il pomeriggio del 4 settembre 2015 – ha raccontato la ragazza -. Eravamo davanti a una chiesa, io e Giuseppe ci siamo visti e dato che ero innamorata di lui ci siamo baciati”.

Al corrente del fatto era la madre della studentessa che per tutti questi mesi ha ascoltato la figlia che le ripeteva “Questa storia mi rende felice”.

L’inchiesta è tutt’altro che chiusa. La Squadra Mobile guidata da Rodolfo Ruperti sta cercando altri riscontri.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA