Mafia

A Palermo sequestrati beni per 4mln ad un marsalese pregiudicato

guardia di Finanza
13 gen 2015 - 10:51

PALERMO - Due aziende agricole e di allevamento insieme con 25 terreni coltivati a vigneti. Non si tratta di un elenco sterile, bensì del resoconto di un patrimonio equivalente a poco più di 4 milioni di euro, confiscato dal nucleo di polizia tributaria della guardia di Finanza di Palermo, in esecuzione di un provvedimento del tribunale di Trapani.

Già nel febbraio 2014 era stato effettuato un sequestro nel quale era stata riscontrata una palese sproporzione tra i beni oggetto della confisca e le disponibilità reddituali manifestate dal nucleo familiare del soggetto, tali da essere considerati derivanti da attività illecite.

Il proprietario dell’insieme degli immobili è un settantanovenne, originario di Marsala già noto alla giustizia. L’anziano boss, infatti, era già stato condannato nel 2000, in via definitiva, dalla corte di appello di Palermo a sei anni di reclusione per associazione mafiosa in quanto considerato “uomo d’onore” della famiglia mafiosa marsalese.

A ciò si aggiunge la condanna del 2007 ad un anno di reclusione per associazione di stampo mafioso, in relazione a precedenti fatto avvenuti nel 1997, per avere avuto un ruolo di primo piano nell’organizzazione del racket del “pizzo”. Infine, nel marzo 2010, è stato coinvolto nell’operazione «Golem 2», con cui fu smantellata la rete dei presunti fiancheggiatori del latitante Matteo Messina Denaro.

Commenti

commenti

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento