Immigrazione

Palermo, sbarcati 700 migranti. Tra loro anche 12 cadaveri

11 lug 2015 - 10:33

PALERMO – Il pattugliatore della Guardia Costiera Dattilo ha attraccato stamattina al molo Pontone del porto di Palermo.

A bordo dell’imbarcazione si trovavano 717 migranti e, purtroppo, anche 12 cadaveri.

Questi ultimi appartenevano ai migranti che lo scorso giovedì pomeriggio sono rimasti vittime di un naufragio al largo delle coste libiche. Il recupero delle salme è stato possibile grazie alla collaborazione tra Dattilo, la nave Corsi e due motovedette giunte in soccorso da Lampedusa.

I migranti appena approdati sulle coste siciliane erano imbarcati su quattro diversi gommoni.

Uno di questi, in procinto di affondare, aveva a bordo circa 106 passeggeri. Le operazioni di salvataggio, tutte avvenute a circa una quarantina di metri dalla costa libica, hanno permesso a Dattilo, Corsi e alle motovedette provenienti da Lampedusa di portare in salvo i 717 migranti.

Conclusa la missione, le navi italiane hanno perlustrato un’ampia porzione di mare: l’obiettivo era quello di aiutare eventuali clandestini in difficoltà che, per qualche strana ragione, fossero riusciti a spingersi più in là rispetto ai compagni di viaggio.

Inoltre gli equipaggi delle imbarcazioni battenti bandiera italiana hanno voluto accertarsi che al largo delle coste libiche non fossero presenti altri cadaveri. I profughi, come da prassi, saranno sottoposti a controlli medici e, una volta rifocillatisi, verranno smistati in centri di prima accoglienza. 

Commenti

commenti

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento