Approdo

Palermo: sbarcati 1200 migranti. Sospetti casi di scabbia e Hiv

MIGRANTI
14 apr 2015 - 17:13

PALERMO – Sono arrivati in Sicilia solo da poche ore stanchi e affamati di una vita migliore ma soprattutto decisi più che mai a continuare il loro “viaggio della speranza” verso i paesi del nord Europa.

Stiamo parlando dei circa 1200 migranti che sono sbarcati nel porto di Palermo questa notte. La città capoluogo di regione è stata esemplare nell’adempiere al dovere di accoglienza tanto che donne e bambini sono stati trasportati nei centri convenzionati a Palermo, Giacalone, Trabia e Monreale.

Come prima accennato molti di questi non hanno perso tempo nel raggiungere la stazione centrale per prendere il primo treno che li trasportasse quanto più a nord possibile del continente. Sì perché la Sicilia per molti è una terra molto ambita da raggiungere, perché vista come tramite per il raggiungimento di una vita migliore.

Oltre questo c’è da aggiungere che la fase dell’accoglienza è molto delicata non solo per il numero di persone da identificare ma soprattutto per l’assistenza e la precauzione che va presa nei confronti di quei soggetti che, a causa delle loro condizioni di salute possono rappresentare un pericolo per la comunità.

È per tale ragione che quattordici migranti sono stati trasferiti negli ospedali palermitani dopo le visite disposte dalla task force dell’Asp 6 diretta da Antonio Candela e uno dei migranti è stato trasportato al Policlinico perché si sospetta sia affetto da Hiv. Ad un altro trasferito al Cervello è stata riscontrata una linfoadenomegalia latero cervicale. C’è da aggiungere che molti di loro, circa un centinaio, hanno la scabbia. 

Commenti

commenti

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento