Esequie

Palermo rende omaggio a Giovanni Lo Porto: bandiere della pace e Albachiara al funerale

Giovanni Lo Porto
18 set 2015 - 10:31

PALERMO – Questa mattina a Palermo si sono celebrati i funerali di Giovanni Lo Porto, il cooperante ucciso in Afghanistan da fuoco amico.

Il sindaco Leoluca Orlando, ha proclamato per oggi il lutto cittadino.

Alla cerimonia ha partecipato la Cgil “per manifestare vicinanza alla famiglia dopo la lunga attesa”.

Il sindacato, ad aprile, aveva preso parte al presidio in prefettura, pochi giorni dopo la diffusione della notizia della morte del cooperante, associandosi alla richiesta “di non privare la famiglia e la città del diritto di conoscere tutta la verità sull’uccisione del concittadino e di poter presto accogliere i suoi resti per portare un fiore sulla sua tomba”.

Con la bandiera della Pace sulla bara, la sua amata chitarra e la maglia di Vasco Rossi Giovanni, detto Giancarlo, è stato salutato dalla sua famiglia con un rito laico. In prima fila, la madre, affranta dal dolore, e i fratelli Giuseppe e Daniele.

Subito dopo la cerimonia, la salma del cooperante verrà portata nella sua abitazione a Brancaccio per il saluto al suo quartiere.

A far da sottofondo del rito la famosissima “Albachiara” e uno schermo sul quale sono passate in rassegna diverse foto del ragazzo. Un amico ha letto pagine del suo diario in cui Lo Porto scriveva del suo amore per il Cile e per il suo lavoro di cooperante. Sarà il Comune di Palermo a pagare il trasporto e le esequie del giovane cooperante.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento