Trasporti

Palermo, per “beccare” i viaggiatori abusivi 80 controllori sugli autobus

bus
8 ott 2014 - 13:17

PALERMO - Viaggiare sull’autobus privi di biglietto è ormai un fatto comune, tuttavia molti non sanno che i viaggi “gratuiti” procurano una perdita annuale di 13 milioni di euro circa. Bisogna trovare una soluzione!

L’Amat, l’azienda di trasporti palermitana, sembra averla trovata: ha siglato un accordo sindacale per spedire sugli autobus circa un’ottantina di controllori con la missione di costringere gli utenti del trasporto cittadino a pagare il biglietto, con un piccolo sovrapprezzo nel caso in cui il viaggiatore abusivo venga colto a usufruire del servizio senza pagare.

il sovrapprezzo sarà incassato direttamente dal verificatore dell’Amat a bordo, per incentivare il suo impegno nella “battaglia” contro i viaggiatori abusivi. Il biglietto quindi non costerà più 1,40 euro ma 1,80, dato che il sovrapprezzo concordato è di 40 centesimi.

Non ci sono più scuse! Dato che adesso è anche più semplice acquistare i biglietti degli autobus a Palermo tramite un’app su smartphone. Anche gli ausiliari del traffico sono stati incentivati dal comune nella vendita delle schede gratta e parcheggia la nuova strategia è: meno multe e più biglietti. 

Commenti

commenti

Alessandra Modica



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento