Attentato

Palermo, nuove perizie sull’esplosivo utilizzato nella strage di Capaci

strage-capaci
25 feb 2015 - 16:55

PALERMO – Nuova svolta nelle indagini riguardanti le analisi sull’esplosivo utilizzato nella strage di Capaci il 23 maggio 1992, in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la compagna del giudice Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani.

Secondo i periti, il lavoro d’analisi svolto all’epoca fu eseguito perfettamente, seguendo le migliori tecniche esistenti, cosa che, invece, non accadde per quanto riguarda la raccolta dei reperti, tanto che la scena della strage fu ampiamente inquinata dalle molte persone arrivate sul posto. 

Vediamo il servizio di VideoMediterraneo

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento