Immigrazione

Palermo, nello sbarco di questa mattina c’è anche una minorenne stuprata e incinta

immigrazione
29 mag 2016 - 13:05

PALERMO - Ancora numeri da capogiro per quanto riguarda l’immigrazione. Questa mattina, allo scalo portuale di Santa Lucia, è approdata la nave Bourbon Argos di Medici senza frontiere con a bordo 604 migranti.

Le forze dell’ordine, i sanitari, la croce rossa e la protezione civile si sono attivati immediatamente per effettuare tutte le operazioni di sbarco, quali l’identificazione dei passeggeri e gli interventi di primo soccorso. Tra i passeggeri ci sarebbe anche una minorenne stuprata e rimasta incinta, così come comunicato dal medico che l’ha visitata. Insieme a lei c’è un’altra quindicina di donne in gravidanza, di cui alcune sarebbero state minacciate di aborto, secondo quanto dichiarato da Giuseppe Termini, direttore del Poliambulatorio Palermo Centro che coordina lo sbarco.

I clandestini, provenienti da Nigeria, Costa d’Avorio, Sudan e Senegal sono partiti giovedì scorso. Venerdì sono stati effettuati i primi soccorsi da alcune navi mercantili. La scorsa notte, poi, i migranti sono saliti a bordo della nave di Medici senza frontiere, ricevuta questa mattina al porto anche dall’assessore alle Politiche Sociali di Palermo, Agnese Ciulla.

Con l’arrivo della nave Bourbon Argos, il numero di migranti sulle coste siciliane continua ad aumentare. Ieri, infatti, a Pozzallo (Ragusa) sono giunte altre 700 persone in fuga dai loro paesi e che si affidano ai “viaggi della speranza”, spesso onerosi e gestiti da persone che, a scopo di lucro, favoriscono l’immigrazione clandestina. Proprio questa mattina, infatti, sono state arrestate 4 persone.

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA