Tragedia

Palermo, morto il novantenne picchiato e derubato: 20 giorni di agonia tra la vita e la morte

pronto-soccorso-villa-sofia
14 set 2017 - 19:35

PALERMO - Dopo 20 giorni passati tra la vita e la morte, Giovan Battista Riccobono, il novantenne picchiato e derubato nel suo appartamento, è morto all’ospedale Villa Sofia di Palermo.

Lo scorso 25 agosto, l’anziano signore, aveva aperto al malvivente, che è riuscito a raggirarlo chiedendo un po’ d’acqua e l’ha massacrato di botte, nonostante abbia cercato di opporgli resistenza, lasciandolo in fin di vita. Al novantenne sono stati rubati 60 euro e la fede nuziale.

Non solo, Riccobono ha riportato delle profonde ferite in tutto il volto – secondo la descrizione del figlio -, e una ferita nel petto. Ferite che gli sono costate 20 giorni di agonia in rianimazione, terminati oggi con il suo decesso.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA