Indignazione

Palermo: l’Ast cambia il capolinea e lascia i cittadini a piedi

ast-bus
13 ago 2016 - 10:43

PALERMO - Caos e indignazione a Palermo, dove i pullman extraurbani dell’Ast si sono trasferiti da via Paolo Balsamo a via Ernesto Basile, senza nessun cartello e nessuna comunicazione che indichi ai clienti il cambiamento.

È quanto denunciato dai cittadini palermitani e riportato da Palermo-Repubblica.it, che si fa portavoce di questo non trascurabile disagio.

A formalizzare il passaggio non sono stati solo i mezzi dell’Ast, ma anche quelli di altre compagnie minori come Autoservizi Lo Iacono, Tarantola Bus, Atm, Randazzo, Panepinto e Sommatinese, mentre la Sais, l Cuffaro e la Camilleri hanno cambiato i propri capolinea spostandoli negli stalli a pagamento di piazzetta Cairoli.

Quella di via Balsamo è diventata a tutti gli effetti una “fermata fantasma”, e gli autobus effettuano ora le proprie soste accanto all’ufficio Stato civile in piazza Giulio Cesare.

I passeggeri, che hanno regolarmente comprato i biglietti avendo fatto affidamento proprio su questi mezzi, si sono quindi visti passare davanti un pullman che, stavolta, non si è fermato.

 Come se non bastasse, la nuova fermata, poco visibile e difficile da individuare, sorge in quello che sembra un luogo di abbandono, ricoperto da erbacce e lasciato a se stesso.

Si auspica almeno una riqualificazione della zona e, proprio per questo, l’assessore alla Mobilità ha chiesto l’intervento della Rap.

Stamattina arriveranno gli operai, quantomeno per migliorare la situazione.

Clelia Mulà



© RIPRODUZIONE RISERVATA