Carabinieri

Palermo, interventi contro ladri di uova di Pasqua

Furti pasquali
23 mar 2016 - 16:46

PALERMO - Le festività pasquali si avvicinano e, come ormai pare esser consueto, aumentano i furti nei supermercati e negli ipermercati cittadini.

Il fenomeno del taccheggio infatti, nonostante le bande magnetiche, capsule antifurto e guardie giurate, pare non abbia freno e continua a causare un danno economico importante alle aziende, pari a svariati milioni di euro all’anno.

Oltre ai soliti liquori pregiati, ai vini costosi e ai formaggi, all’elenco dei furti si aggiungono le uova pasquali di cioccolato che in media possono raggiungere un prezzo di 200 euro circa.

Pertanto, i Carabinieri di Palermo hanno predisposto dei servizi con personale in divisa e in abiti civili all’interno dei supermercati per contrastare i malintenzionati che agiscono approfittando delle ore di punta, durante le quali c’è una maggiore presenza di acquirenti, per colpire indisturbati.

Questi controlli sono stati ben attuati in diverse zone della città: nel centro commerciale “Forum” i militari hanno colto in fragrante e successivamente arrestato un uomo 37 enne palermitano (residente allo Zen) che dopo aver rubato 10 uova dagli scaffali le aveva infilate in alcuni sacchetti di carta appositamente schermati e, superando le barriere antitaccheggio, aveva poi raggiunto l’uscita attraverso una cassa chiusa.

In un supermercato di Borgo Nuovo invece, in due distinte circostanze, i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà 5 palermitani, tutti accusati di furto. Le uova, di un valore complessivo di circa 550 €, con un prezzo tra i 12 € ed i 120 €, sono state restituite alla direzione.

Furti pasquali (1)

Infine, tra i supermercati dello Zen sono state fermate altre 4 persone, anche loro deferite in stato di libertà perché sorprese a rubare uova di Pasqua di diverse marche. Anche in questo caso, il maltolto è stato restituito agli aventi diritto.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA