Iniziativa

Palermo, a febbraio 2 corsi introduttivi per modelli di business innovativi

push-ragazzo-pc
28 gen 2016 - 17:49

PALERMO - Nel mese di febbraio a Palermo l’associazione no-profit PUSH – laboratorio di innovazione urbana – propone due corsi, dalla durata di tre ore ciascuno, all’interno del suo programma formativo PUSH.edu, per mettere la propria esperienza al servizio della nuova generazione di imprenditori digitali dopo il successo della “City As a Service Intensive School” a Erice – di cui Newsicilia si è già occupato lo scorso settembre – e dopo le numerose esperienze nel mondo della formazione (IED, Politecnico di Milano e non solo).

Il programma PUSH.edu si rivolge a giovani professionisti, studenti universitari e a chiunque abbia voglia di allargare i propri orizzonti e offrire nuove prospettive al proprio futuro. “Avendo organizzato alcuni workshop in Italia e in Europaci dice Eliana Amato, communication manager di PUSH ci siamo accorti che sempre più può essere utile prendere familiarità con i concetti e i termini che sono diventati linguaggio comune per chiunque voglia fare business o comunicare efficacemente nel mondo dell’imprenditoria digitale e dell’innovazione. Ci è stato chiesto più volte di pensare ad un modo per passare le conoscenze fondamentali acquisite da PUSH in questi anni e adesso abbiamo pensato di proporre questi due moduli introduttivi e vedere la risposta di Palermo e se saranno confermate la voglia e necessità di affrontare preparati questo specifico ambiente creativo e lavorativo”.

Il primo corso, denominato “Business Model Canvas Per Fallire Prima degli Altri”, si terrà sabato 13 febbraio ed è pensato per coloro che desiderano approfondire le proprie capacità imprenditoriali e per chi desidera apprendere uno strumento per lanciare nuove idee. Il corso sarà tenuto da Salvatore Di Dio, Managing Director presso PUSH e Francesco Massa che, sempre all’interno di PUSH, ricopre il ruolo di Operation Manager. Il programma prevede un’introduzione generale al Business Model Canvas, strumento strategico per lo sviluppo di nuovi modelli di business, per il management di un’azienda o startup e per un’efficace veicolazione della value proposition verso il cliente. Seguirà una presentazione degli elementi costitutivi del modello di business finalizzata all’acquisizione di competenze di base su concetti come “Business Models”, “Valore offerto e clienti”, “Relazione con i clienti e canali di distribuzione”, “Attività, risorse e partner chiave”, “Costi, ricavi e benefici”.

Sabato 27 febbraio si terrà invece “Design thinking spiegato a mio nonno”, corso rivolto a coloro che desiderano lanciare un nuovo progetto imprenditoriale e a chi desidera conoscere uno strumento per rappresentare la propria idea di business. Questo secondo incontro, è finalizzato a conoscere e capire l’approccio del Design Thinking per l’ideazione di soluzioni innovative che partono dai bisogni dell’utente e tengono conto di efficacia e sostenibilità e l’obiettivo che si propone il corso è di permettere di apprendere le basi per l’utilizzo degli strumenti e delle tecniche legati alla metodologia. Se ne occuperà Salvatore Di Dio affiancato in questo caso da Giuseppe Spataro, Project Manager presso PUSH. Il programma sarà articolato tra “introduzione teorica a strumenti, principi e potenzialità del metodo del Design Thinking per la risoluzione di problemi e ideazione di nuove soluzioni” e una panoramica sulle tre fasi principali del processo: Esplorazione, Ideazione, Creazione.

Entrambi i corsi si svolgeranno nella sede di “Digital Magics Palermo” in via Lincoln 21 a Palermo e per le iscrizioni è possibile visitare il sito internet edu.wepush.org.

Davide Bologna

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento