Sanità

Palermo, emergenza sangue. Appello dall’ospedale Cervello

foto ospedale cervello
28 lug 2015 - 19:19

PALERMO - A Palermo è emergenza sangue. “Servono subito unità ematiche” afferma il professore Aurelio Maggio, capo dipartimentimento di ematologia e oncologia dell’ospedale Villa Sofia-Cervello e direttore dell’Unità operativa di Ematologia e malattie rare del sangue, che a tal proposito lancia un drammatico appello al prefetto Francesca Cannizzo e al sindaco Leoluca Orlando, sottolineando “viva preoccupazione per l’attuale emergenza sanitaria relativa alla gravissima carenza di unità di sangue disponibili per le trasfusioni dei numerosi pazienti affetti da talassemia e da altre emoglobinopatie”.

Il professore Maggio propone al prefetto di predisporre una direttiva rivolta al personale delle forze dell’ordine fisicamente idoneo, affinchè possa effettuare la donazione del sangue nei due centri trasfusionali di Villa Sofia e del Cervello, mentre chiede al sindaco di fare a sua volta un appello alla cittadinanza al fine di reperire urgentemente le unità ematiche necessarie. “La situazione di criticità è talmente elevata – scrive Maggio – che, soltanto nell’Unità operativa di Ematologia II da me diretta, si registra una carenza di circa 100 unità ematiche destinate a pazienti talassemici, da giorni in attesa di trasfusione. I pazienti talassemici necessitano per tutto l’arco della propria vita di trasfusioni con una cadenza periodica di due settimane e se non sono trasfusi vanno incontro a cardiopatie gravi e severe infezioni con rischio anche di morte. La Sicilia è la regione con il maggior numero di pazienti talassemici e pertanto questa persistente carenza di sangue sta mettendo a grave rischio la salute di migliaia di persone”.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando raccoglie tempestivamente l’appello e annuncia: “Massima disponibilità su un tema così fondamentale per la salute pubblica. Entro la fine della settimana avvierò sul punto un’ampia campagna di sensibilizzazione della cittadinanza su questa grave emergenza, attraverso i social e il sito istituzionale del Comune”.

La preoccupante situazione legata alla penuria di sangue perdura ormai da settimane anche su tutto il territorio regionale e nazionale, e non mancano neppure gli appelli facebook di privati cittadini che lanciano sos attraverso la rete per sensibilizzare amici e conoscenti a donare il sangue a quanti sono meno fortunati.

Maria Grazia Elfio

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento