Salute

Palermo: celebrata giornata della lotta alla tubercolosi

congresso tubercolosi 112b
25 mar 2016 - 16:47

PALERMO – Anche a Palermo ieri si è celebrato il giorno della lotta alla tubercolosi (World TB day). Si è tenuto un convegno al Policlinico Universitario con numerosi esperti.

La data del 24 marzo è stata scelta in onore del giorno in cui Robert Koch, nel 1882, annunciò la scoperta del Mycobacterium tubercolosis, il batterio responsabile della tubercolosi.

Promossa dall’OMS e dall’associazione Stop TB, l’iniziativa mondiale rappresenta un’occasione per sensibilizzare gli operatori e la comunità su un problema che rappresenta oggi una sfida per la Sanità pubblica mondiale.

Ecco i dati che lo dimostrano: nell’ultimo anno si sono registrati 9.6 milioni di nuovi casi e 1.5 milioni di decessi. Inoltre, 3,5 milioni di persone ogni anno non ricevono una diagnosi tempestiva e un efficace trattamento terapeutico.

Lo studio del ritardo nella diagnosi e sulle sue motivazioni è l’argomento che ha portato la Regione Sicilia a coordinare un progetto nazionale, finanziato dal Ministro della Salute. I risultati preliminari sono stati illustrati durante il convegno svoltosi al Policlinico Universitario a Palermo in occasione del World TB day. 

Durante il convegno sono intervenuti esperti di rilevanza nazionale ed internazionale e le autorità sanitarie regionali, che hanno affrontato il problema a 360 gradi, dal punto di vista dell’epidemiologia, della prevenzione e del controllo, della terapia, dei nuovi farmaci e della gestione della tubercolosi nei gruppi di popolazione vulnerabili.

Anche le implicazioni dei fenomeni migratori da Paesi ad elevata incidenza sono state affrontate sottolineando le scarse evidenze dell’impatto sulla popolazione locale.

Le conclusioni hanno sottolineato che in un’area come l’Europa dove alcuni progressi sono stati ottenuti verso l’obiettivo dell’eliminazione della tubercolosi, rimane ancora molto da fare per accelerare il suo raggiungimento. L’identificazione tempestiva dei pazienti, la loro corretta gestione e il successo del trattamento rimangono ancora le basi della lotta alla tubercolosi nel ventunesimo secolo.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA