Criminalità

Palermo, carabinieri scoprono supermarket della droga allo Zen

S
8 mar 2015 - 17:38

PALERMO - Ieri pomeriggio, i carabinieri della stazione San Filippo Neri di Palermo hanno effettuato un delicato servizio antidroga all’interno del quartiere “Zen 2″, celebre per l’elevata presenza di attività criminali.

S  S

L’operazione dei militari si è conclusa con l’arresto del 34enne Antonino Giarrusso e del 32enne Antonino Vaccarella, entrambi già noti alle forze dell’ordine e originari di Palermo. I militari avevano notato uno strano via vai di persone in un appartamento di via Agesia.

Dopo essersi accorti anche della presenza di alcune “sentinelle”, i carabinieri hanno deciso di intervenire facendo irruzione nell’immobile. Nell’abitazione, appartenente ad Antonino Giarrusso, che era in compagnia della convivente e di Antonino Vaccarella, i militari hanno rinvenuto un particolare scatolo di cartone con su la scritta “Hello Kitty”.

droga_hashish_denaro_soldi_sequestro_carabinieri

All’interno dello scatolo vi erano diverse buste di plastica trasparente e degli involucri contenenti hashish e marijuana. Dopo essere stati condotti in caserma, una perquisizione personale su Vaccarella ha fatto poi rinvenire la somma contante di 310 euro.

Inoltre, in seguito all’atteggiamento molto sospetto tenuto dallo stesso, i militari hanno provveduto anche a perquisire la sua auto. Nella stessa erano abilmente nascosti cinque involucri contenenti circa due grammi di cocaina, oltre ad un coltello a serramanico ed un trita erba. La vettura, una Mercedes classe A170, è stata poi sequestrata per la mancanza di copertura assicurativa.

Nel complesso sono stati sequestrati 1,6 kg di hashish, 2 g. di cocaina e 335 g. di marijuana. I due sospettati sono stati arrestati. Giarrusso è stato condotto nella casa circondariale “Pagliarelli” di Palermo, mentre la competente autorità giudiziaria ha disposto per Vaccarella la sola misura cautelare degli arresti domiciliari nella sua abitazione a Capaci.

Commenti

commenti

Mirko Regalbuto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento