Iniziativa

Palermo, cammino di Santa Rosalia: per Cracolici “un atto d’amore per la Sicilia”

fonte: panoramio.com
fonte: panoramio.com
1 set 2016 - 19:37

PALERMO - Da oggi i luoghi in cui ha vissuto e si è rifugiata Santa Rosalia diventano, sul modello di Santiago di Compostela, un percorso turistico religioso.

Finanziato dall’Assessorato regionale all’Agricoltura, l’Itinerarium Rosaliae si muove per oltre 180 km di sentieri, praticabili a piedi, in bici o a cavallo, e attraversa 3 riserve naturali (Ficuzza, Serre della Pizzuta, Monte Pellegrino), il Parco dei Monti Sicani e 14 Comuni, collegando il Santuario di Santa Rosalia di Monte Pellegrino e l’Eremo di Santo Stefano di Quisquina

Presenti oggi al Santuario di Monte Pellegrino per la presentazione del percorso religioso l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici, l’Arcivescovo di Palermo, mons. Corrado Lorefice, il sindaco  di Palermo Leoluca Orlando, i rappresentanti delle diocesi  di Agrigento, Monreale e Piana degli Albanesi, e i primi cittadini dei comuni interessati dal percorso.

Una speciale “app” permetterà ai pellegrini e ai turisti di orientarsi lungo il sentiero, fornendo dettagli precisi sulla posizione e garantendo la possibilità di avere informazioni in tempo reale sulla storia, i punti ricettivi e gli eventi promossi nei territori interessati dal percorso;

È stato realizzato, inoltre,  un filmato in italiano e in inglese che racconta il cammino della Santa. Il video descrive il valore religioso, monumentale e naturalistico dell’ “Itinerarium Rosaliae”.

Come afferma l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracoliciquesto percorso rappresenta innanzitutto un atto d’amore per la Sicilia ed  una grande opportunità per valorizzare i nostri territori. Il cammino di Santa Rosalia  racchiude cultura, natura bellezza e identità. Grazie alle nuove tecnologie, i pellegrini avranno l’opportunità di avere il territorio a portata di mano: l’app fornirà dei servizi specifici ai turisti e permetterà alle aziende e ai 14 comuni dei territori che fanno parte nel percorso di interfacciarsi con nuovi utenti”.

Da ieri, inoltre, una gigantografia che raffigura Santa Rosalia e il Santuario di Monte Pellegrino è esposta nella sala imbarchi dell’aeroporto di Palermo. L’installazione di oltre sette metri e mezzo ha catturato l’interesse di molti viaggiatori e ribadisce l’importanza del rispetto e della promozione di storia e tradizioni, come sottolineato dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Aurora Circià



© RIPRODUZIONE RISERVATA