Violenza

Palermo, bengalese accoltella la moglie nel sonno: arrestato

polizia
20 ago 2015 - 19:02

PALERMO – Un gesto folle e del tutto immotivato.  Arriva da Palermo la drammatica storia di un uomo che durate la notte ha ripetutamente accoltellato la moglie al torace e alle gambe provocandole importanti ferite. In preda al dolore la donna ha cominciato a piangere e chiedere pietà e solo allora il marito si è deciso a chiamare i soccorsi minacciando la vittima di non segnalare quanto successo alle autorità.  

Protagonista della terribile vicenda è Hanzal Molla, bengalese di 26 anni, residente a Palermo nel quartiere Oreto. Lo stesso Molla, una volta giunti i soccorsi, ha raccontato agli operatori del 118 la propria versione dei fatti secondo la quale la moglie, in preda ad un raptus, si sarebbe inflitta da sola le profonde ferite. La versione non ha convinto né i sanitari né le forze dell’ordine giunte sul posto.

La donna ha però sostenuto la versione del compagno, ma il suo gesto a poco è servito in quanto l’esame morfologico effettuato dalla scientifica escludeva la dinamica così come raccontata da Molla che, dopo essere stato sottoposto ad un lungo interrogatorio durante il quale ha spesso cambiato la versione dei fatti, è stato arrestato.

A confermare le abitudini violente dell’uomo è stata la stessa moglie che all’uscita dalla sala operatoria ha confessato i ripetuti atti violenti subiti ad opera del marito.  

Commenti

commenti

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento