Evento

Palermo, apre i battenti la Fiera Campionaria del Mediterraneo 2016

Conferenza
19 mag 2016 - 18:42

PALERMO - Aprirà i battenti sabato 21 maggio la Fiera Campionaria del Mediterraneo 2016 con un mix di artigianato, commercio, economia, arte, musica, spettacolo, associazionismo e volontariato. 

La Fiera rimarrà aperta al pubblico, come da tradizione, per due settimane, fino al 5 giugno 2016.

Anche quest’anno, ad investire nel polo fieristico della città di Palermo, sono stati Massimiliano Mazzara, Giuseppe Mazzara e Leonardo Peduzzi, imprenditori trapanesi di Medifiere che lo scorso anno hanno avviato, in collaborazione con il Comune di Palermo, un percorso di rinascita della Fiera del Mediterraneo, che per 7 anni era rimasta chiusa e abbandonata.

L’opera di  ristrutturazione dei padiglioni fieristici ha avuto un prosieguo e quest’anno rivedranno la luce i padiglioni 5/A, 15, 16, 20, 20/A e 22. Saranno aperte al pubblico altre aree  interne della Fiera che copriranno 60 metri quadrati di superficie, definiti “padiglioni minori”, quali arredo, complementi d’arredo e di giardino, artigianato, concessionarie di automobili e motocicli e una miriade di altri generi e settori commerciali coinvolti.

Ripristinati anche il cancello d’ingresso di Porta Nord e i suoi pilastri. Più di 600 gli espositori provenienti da ogni parte del mondo. Più grande e più attrezzato, infatti, quest’anno il padiglione internazionale dedicato alle culture nel mondo che restituisce alla Fiera del Mediterraneo la sua vecchia funzione di culla delle culture.

L’ex bar Mazzara è stato completamente recuperato e sarà riaperta anche la zona nord (Ex Area Terrazze). Allargata anche l’area Food dedicata non solo al cibo di strada e alle eccellenze enogastronomiche siciliane ma anche a quelle caratteristiche e proprie delle altre regioni italiane. L’area attrezzata dedicata al Food sarà l’ex area giostre, quella prospiciente all’ingresso di piazza Cascino.

“Il 70 per cento, ovvero due terzi di tutta la Fiera sono calpestabili, fruibili, utilizzabili – ha spiegato l’assessore comunale alle Attività produttive del Comune di Palermo, Giovanna Marano durante la conferenza stampa tenutasi oggi a Villa Niscemi – e questo è un contributo importante per  lo sviluppo e l’economia della nostra città. Abbiamo restituito l’anima alla Fiera attivando un meccanismo virtuoso tra Comune e imprenditori privati e per questo dobbiamo ringraziare Medifiere che ha risposto al nostro avviso pubblico e in cambio di servizi e senza pagare canone di affitto, ha iniziato un’opera di ristrutturazione di una parte della città amata dai palermitani e dai siciliani tutti”.

“Pazzi” li chiama scherzosamente il sindaco Leoluca Orlando, anche lui presente alla conferenza stampa. “La Fiera del Mediterraneo – dice il primo cittadino – torna ad essere patrimonio della città”. 

Dal mese di ottobre 2014 ad oggi sono state 27 le manifestazioni che si sono svolte all’interno della Fiera, molte delle quali promosse da Medifiere ma anche da altri soggetti imprenditoriali.

“Già in programmazione eventi per il 2017 – dice Gioacchino Casoria funzionario del Suap – e arrivano richieste anche già per l’anno 2018”.

Durante il periodo della Fiera saranno organizzati svariati eventi culturali con artisti di strada, band e intrattenimento di ogni genere, per adulti e bambini. Media partnership esclusiva della Fiera del Mediterraneo 2016, anche quest’anno Radio Tivù Azzurra in diretta radio-televisiva tutti i giorni dalle 16 alle 24 per tutta la durata della Fiera.

In collaborazione con “Dorian Art” all’interno della Fiera, concerti live con band e artisti, tra i più noti del panorama musicale siciliano, che si esibiranno sul palco della regia mobile di Rta. Ma quest’anno anche sfilate e altri momenti di intrattenimento disseminati in diverse aree della Fiera. Largo spazio anche all’arte in ogni sua sfaccettatura con Artemed che dirigerà la compresenza di arti diverse come la fotografia, la pittura,  la scultura e performance di artisti di strada. Creato anche uno spazio live dove sarà possibile ai visitatori ammirare l’arte in creazione. 

“Sarà possibile infatti – ha dichiarato Angela Sclafani di Artemed – veder creare dal vivo opere d’arte di maestri artigiani”. 

Sarà allestito infatti un padiglione dedicato proprio alle “Botteghe” e all’artigianato d’arte e spazi ludico-ricreativi saranno dedicati anche ai più piccoli con la collaborazione di “King Animazione” e “Musical Day”. Largo spazio in questa edizione anche alle associazioni di volontariato.

Ritorneranno anche quest’anno i parrucchieri volontari dell’associazione Anirbas che l’anno scorso hanno rappresentato una delle più belle novità della Fiera: tagli e pieghe in cambio di un’offerta per i senzatetto della città. L’iniziativa sarà presente anche quest’anno ma i volontari stavolta daranno anche ai bambini la possibilità di aiutare i più bisognosi. 

“Il sorriso di un bambino per  il sorriso di un senzatetto” è questo lo slogan di Anirbas quest’anno che allestirà dei laboratori di pittura per tutti i bambini che, se vorranno, “potranno dipingere una maglietta e portare a casa il loro lavoro finito e divertendosi potranno, con un’offerta libera, aiutare le persone meno fortunate  di loro” ha detto Sabrina Ciulla presidente dell’associazione.

Ma tantissime saranno le associazioni di volontariato che quest’anno presenteranno in Fiera le loro attività benefiche come “Un nuovo giorno” e “Le Pupe del Pagliarelli” e “Nuovo sentiero” di Laura Ambra che si occupa di integrazione dei ragazzi con la sindrome di Williams.

“Abbiamo cercato di dare spazio a tutti perché la Fiera del Mediterraneo è di tutti  – ha dichiarato Massimiliano Mazzara di Medifiere – ringrazio l’amministrazione comunale per aver creduto nel nostro progetto”.

L’inaugurazione della Fiera del Mediterraneo sarà sabato 21 maggio alle ore 18 alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e ad aprire il calendario artistico, in serata, sarà la band “Jack and the Starlighters”.

La Fiera sarà aperta tutti i giorni: da lunedì a venerdì dalle 19 alle 24. Sabato e domenica dalle ore 10 alle 24.

Costo del biglietto 2,50 ma ingresso gratuito da lunedì a venerdì a partire dalle ore 16 fino alle 19.

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA