Arresto

“Pagami, ti darò un’acqua santa speciale per farti guarire”: santone inganna donna anziana

Materiale sequestrato Sambataro
7 set 2017 - 08:44

LEONFORTE – Nella serata di ieri, la polizia di Leonforte ha arrestato in flagrante Carmelo Sambataro, nato e residente a Paternò, 70enne incensurato, poiché responsabile del reato di circonvenzione di incapace ai danni di una donna anziana, ospite di una comunità della provincia, in quanto affetta da disabilità mentale.

Nei giorni scorsi, gli agenti hanno avviato delle indagini che hanno permesso di scoprire che una donna di circa sessant’anni, affetta da gravi problemi psichiatrici e ospite di una comunità in provincia, era diventata vittima di persone sconosciute che, approfittando del suo stato psico-fisico di minorata difesa, si facevano consegnare delle somme di denaro, promettendole in cambio che avrebbero effettuato dei particolari “riti magici” per farla guarire.

Carmelo Sambataro (70)

Carmelo Sambataro (70)

Ieri, i poliziotti, mentre avviavano i primi pedinamenti finalizzati a riscontrare i fatti, hanno notato e successivamente identificato Sambataro, che si era recato assieme a un’altra persona nella comunità dove alloggia la donna. Dopo averla portata con sé, si sono recati in banca a Leonforte: fuori dall’istituto di credito, la polizia nota la donna che dà in mano all’arrestato delle banconote. Non appena visto ciò, Sambataro è stato fermato e perquisito. 

I soldi sono stati trovati nella tasca della maglietta, accertando che fossero quelli prelevati attimi prima dall’anziana.

Sambataro, inoltre, dopo aver accompagnato la donna in banca, aveva insistito con il personale affinché lei potesse scambiare delle polizze vita a sua intestazione: solo dopo aver capito che l’operazione non era immediatamente possibile, si era accontentato del poco denaro che la donna aveva prelevato dal conto corrente.

Nell’ultimo periodo le condizioni di salute della donna erano peggiorate, in quanto non rispondeva alle cure fornite. Intratteneva anche persone non appartenenti alla famiglia e all’interno della comunità aveva dei comportamenti bizzarri, compiendo strani rituali, tanto da allarmare chi la segue clinicamente. 

In serata è stata perquisita anche la casa di Sambataro, dove sono stati ritrovati numerosi talismani, amuleti, ciondoli e libri utilizzati da maghi o chiaroveggenti, oltre ad alcuni pizzini dov’erano annotati gli importi delle varie somme di denaro versate dalla donna. Nel dettaglio, il sedicente “santone” avrebbe promesso all’anziana anche una speciale acqua santa per lenire i suoi patemi.

Sambataro è stato dunque arrestato, su disposizione dell’autorità giudiziaria e della procura di Enna, venendo relegato agli arresti domiciliari nella propria abitazione.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA