Arresto

Padre e figlio coltivavano marijuana in casa. Sequestrate 500 piante

marijuana
21 giu 2016 - 13:08

PALERMO - I carabinieri hanno scoperto e sequestrato una piantagione di marijuana, ricavata all’interno di un casolare in contrada Dingoli, a Piana degli Albanesi.

Sono finiti in manette B.M., 48 anni, e B.S., 26 anni, padre e figlio, proprietari del terreno in cui è stata rinvenuta la coltivazione.

Trovate all’interno dell’immobile circa 500 piante di cannabis indica in vaso, dell’altezza media di 80 cm, del peso complessivo di 50 kg, e 550 germogli della stessa sostanza.

L’intera struttura, munita di un impianto di illuminazione e aerazione, è risultata allacciata abusivamente alla rete elettrica.

Secondo una prima stima dei carabinieri, la piantagione indoor, una volta pronta ed essiccata, avrebbe potuto fruttare circa 250 mila euro.

Gli arrestati sono stati condotti nel carcere “Cavallacci” di Termini Imerese, nel palermitano.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA