Provvedimento

Operazioni “Iblis” e “Caronte”: sequestro da 15 milioni per i boss Aiello e Oliva

preso da: www.cataniatoday.it
preso da: www.cataniatoday.it
25 mar 2016 - 12:00

CATANIA - Dopo la pesante condanna inflitta negli scorsi giorni all’imprenditore Carmelo Motta, continuano gli strascichi dell’operazione “Caronte“.

Questa volta protagonisti sono Alfio Aiello e Pasquale Oliva che hanno visto cadere la spada di Damocle sui propri beni mobili ed immobili (conti bancari inclusi), sottoposti a sequestro dopo un provvedimento preventivo richiesto dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania. 

I due soggetti, come già emerso dalle operazioni “Caronte” e “Iblis“, sono riconducibili al clan Santapaola di Catania, e sono in attesa di giudizio definitivo, dopo le sentenze in appello che hanno visto Aiello condannato alla pena di dodici anni e quattro mesi di reclusione per i reati di partecipazione ad associazione mafiosa e per intestazione fittizia di quote societarie e di immobili, e di Oliva, boss di cosa nostra a Ramacca, condannato alla pena di diciotto anni di reclusione per i reati di partecipazione ad associazione mafiosa ed estorsione aggravata. 

Il sequestro, nel suo complesso, ha per oggetto beni mobili, immobili e società per un valore stimato in circa 15 milioni di euro.

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA