Indagine

Operazione Matassa, il consigliere David ai domiciliari

Paolo David
26 mag 2016 - 12:39

MESSINA - Il 12 maggio è finito in manette durante l’operazione “Matassa” della polizia di Messina che ha portato in carcere 35 persone. Il consigliere comunale, Paolo David, è rimasto coinvolto con l’accusa di voto di scambio.

Oggi è uscito dal carcere di Gazzi perché ha ottenuto i domiciliari. Il tribunale del Riesame ha, infatti, accolto la richiesta dei legali, Nino Favazzo ed Emilio Fragale, anche se in maniera parziale.

Il consigliere comunale, uomo di fiducia del deputato nazionale di Forza Italia Francantonio Genovese, è accusato di associazione a delinquere finalizzata alla compravendita di voti.

Dalle indagini della Polizia sono emerse delle “aderenze con le cosche mafiose di personaggi del mondo politico locale”, che “ostacolavano il libero esercizio del diritto di voto per le consultazioni elettorali regionali, politiche e comunali che vanno dall’ottobre 2012 al giugno 2013″.

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA