Mafia

“Cemento del Golfo”, sindaco di Castellammare: “Plauso a magistratura e carabinieri”

Nicolò Coppola, sindaco Castellammare del Golfo
30 mar 2016 - 17:08

CASTELLAMMARE DEL GOLFO - L’operazione anti-mafia portata a termine dai carabinieri questa mattina, che ha portato all’arresto di cinque persone accusate di associazione a delinquere di tipo mafioso, estorsione aggravata, danneggiamento aggravato, fittizia intestazione aggravata, frode nelle pubbliche forniture e furto, non è passata inosservata, tanto meno al sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Coppola.

Il primo cittadino si è espresso così: “Porgo i miei ringraziamenti e il mio plauso alla magistratura e ai carabinieri per l’operazione condotta oggi contro la criminalità, che fa sentire la rassicurante presenza dello stato nel nostro territorio”.

Una lotta, quella alla criminalità, che Coppola ha provato a mettere subito in atto al momento della sua nomina a sindaco: “Nel 2013, poco dopo il mio insediamento, ho siglato un protocollo d’intesa con i sindacati prevedendo misure di controllo e contrasto alla criminalità organizzata nel settore edile. In quest’ottica, infatti, abbiamo proposto l’impiego della manodopera locale e l’affidamento dei lavori ad aziende amministrate da un commissario giudiziario dopo il sequestro per associazione mafiosa”.

Il tutto finalizzato a combattere la malavita e attuare un percorso di legalità e trasparenza.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA