Giallo

Omicidio Velardi: il pm chiede proroga indagini. I legali di Matà si oppongono alla richiesta

omicido velardi
26 gen 2015 - 12:37

CATANIA – Il pubblico ministero ha chiesto al Gip la proroga delle indagini sull’omicidio di Maria Concetta Velardi e i difensori dell’indagato numero uno, il figlio Fabio Matà, si sono apposti.

I legali Giuseppe Lipera e Grazia Coco, non ritengono infatti che ci sia alcuna necessità di continuare le indagini e chiedono piuttosto che venga riesumata la salma della Velardi per analizzare nuovamente il profondo graffio che la vittima ha dietro la schiena e che secondo un’analisi più approfondita sembrerebbe essere opera di unghia femminili.

Maria Concetta Velardi, lo ricordiamo, è stata uccisa l’anno scorso al cimitero di Catania a colpi di pietra in testa. A trovare il cadavere, poco distante dalla cappella di famiglia, è stato proprio il figlio Fabio, che si era allontanato per andare un attimo al bar e al ritorno, portando il caffè alla madre, l’ha trovata per terra, assassinata.

Una vicenda dai contorni molto sfumati e si è ancora molto lontani dalla verità.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento