Indagini

Omicidio Dezio a Vittoria: ritrovata l’arma del delitto, potrebbe esserci una svolta

RILIEVI-OMICIDIO-Vittoria-RG
5 mar 2016 - 09:13

VITTORIA - Potrebbe esserci una svolta nell’omicidio dell’agricoltore Giuseppe Dezio, raggiunto da 5 coltellate e ucciso il 2 febbraio scorso a Vittoria nel Ragusano.

I carabinieri della squadra investigativa e della compagnia di Vittoria hanno trovato quella che ritengono essere l’arma del delitto.

Si tratta di un coltello nascosto in una delle serre di proprietà della famiglia Pepi. Del delitto si è accusato Gaetano Pepi, padre di tre figli Alessandro (rimasto leggermente ferito), Antonino e Marco tutti ritenuti coinvolti nel delitto, tanto che prima il gip Giovanni Giampiccolo ne ha convalidato l’arresto su richiesta del pm, Valentina Botti, misura poi confermata dal giudice Maria Grazia Vagliasindi al tribunale del Riesame di Catania.

Sul coltello, che stando agli inquirenti potrebbe essere l’arma del delitto, verranno effettuati tutti gli accertamenti tecnici necessari che potrebbero fornire elementi ulteriori nell’esecuzione dell’omicidio avvenuto per una lite di vicinato.

I quattro soni difesi dall’avvocato Santino Garufi mentre la famiglia della vittima si è rivolta all’avvocato Isabella Linguanti.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA