Giustizia

Omicidio Cottonaro: P.M. chiede condanna per omicidio volontario

DSC_0040
27 nov 2015 - 17:27

SIRACUSA - Ci sono voluti poco meno di dieci anni ma è iniziato: davanti al GUP di Siracusa, Giuseppe Tripi, presenti tutte le parti, ha avuto finalmente inizio il processo per l’omicidio di Salvatore Cottonaro.

Il Pubblico Ministero, Maurizio Musco, nel corso della sua requisitoria, non condividendo espressamente il precedente operato della Procura della Repubblica di Siracusa, ha categoricamente escluso la sussistenza dell’eccesso colposo di legittima difesa ed ha chiesto che l’imputato venga riconosciuto colpevole di omicidio volontario, chiedendo una condanna alla pena della reclusione di nove anni e quattro mesi, riconoscendo le attenuanti generiche e la diminuente del rito abbreviato.

La triste vicenda della famiglia Cottonaro rientrerà con molta probabilità nella storia della giurisprudenza per l’eccessiva lentezza processuale: tra sentenze e rinvii sono trascorsi 9 anni e 11 mesi. 

I difensori delle parti civili costituite, tutte presenti in aula, gli avvocati Angela Giunta e Graziella Coco per Giulia Cottonaro e Giuseppe Lipera, del Foro di Catania, per Elena Cottonaro, hanno chiesto la condanna dell’imputato alle pene di legge per l’omicidio commesso ed il risarcimento dei danni morali e materiali. Il processo è stato rinviato per la discussione del difensore dell’imputato all’udienza del 18 gennaio 2016.

Commenti

commenti

Viviana Mannoia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento