Lutto

Oggi i funerali del carabiniere morto a Ramacca. La Uil con bandiere a mezz’asta: “Ci chiniamo al suo gesto”

Gianluca Sciannacca
Gianluca Sciannacca
11 gen 2016 - 06:47

MILITELLO VAL DI CATANIA - Ancora poche ore e Militello darà l’ultimo saluto al carabiniere Gianluca Sciannacca.

I funerali si terranno alle 12 nella chiesa di San Benedetto, dove sono attese anche le autorità. A Catania, infatti, arriveranno il generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, il comandante interregionale “Culquaber” Silvio Ghiselli e il comandante della Legione “Sicilia” Riccardo Galletta, che si uniranno al prefetto di Catania Maria Guia Federico e ai vertici locali dell’arma.

In onore del sottoufficiale, la Uil esporrà le bandiere a mezz’asta. Il cordoglio è nelle parole del segretario generale di Catania Fortunato Parisi: “Un lavoratore dell’ordine pubblico che ha mostrato grande senso del dovere, abnegazione, altruismo e sprezzo del pericolo. Anche noi ci chiniamo dinanzi al suo gesto”.

Sciannacca, 41 anni, è morto ieri nel tardo pomeriggio mentre stava effettuando dei controlli per sventare un furto. Verso le ore 18,30, infatti, l’appuntato, insieme al collega Calogero Di Dio e al maresciallo Luigi Antonino sono intervenuti in un’abitazione in via Giuseppe Giusti a Ramacca in seguito a una segnalazione. Mentre Di Dio faceva da copertura, gli altri due militari sono entrati dentro l’edificio e, avendo accertato il furto di una cassaforte, hanno cominciato la ricerca dei malviventi.

Nel corso delle indagini, i due hanno notato una botola che dava accesso al sottotetto del palazzo attraverso una scaletta pieghevole. Nel proseguire le loro ricerche, Sciannacca ha messo i piedi su un lucernario in vetro, che, però, ha ceduto. La caduta nella tromba delle scale, alta circa 12 metri, è stata fatale.

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento