Immigrazione

Ne ha portati sulle coste siciliane 745: finisce in manette scafista ghanese

2af0363d-0f01-4310-9eec-b0fab7882eee
27 giu 2016 - 10:34

CATANIA - La Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Catania hanno posto in stato di fermo un ghanese, per il reato di favoreggiamento all’immigrazione clandestina, in relazione allo sbarco di 745 migranti e un cadavere giunti al Porto di Catania lo scorso 24 giugno, a bordo della nave della Marina Militare Italiana “Spica”.

Isaac Buache, 28 anni, sarebbe il conducente di un gommone su cui viaggiavano circa 120 migranti a bordo del quale è avvenuto il decesso di una giovane donna.

Sotto il coordinamento della Procura della Repubblica etnea, gli investigatori della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza di Catania hanno ricostruito la dinamica del viaggio acquisendo gli elementi necessari all’adozione del provvedimento di fermo.

Dagli accertamenti effettuati sulla salma è emerso che si trattava di una giovane cittadina nigeriana di circa 30 anni.

Il corpo è stato trasferito nell’obitorio di un ospedale catanese e si trova a disposizione del medico legale che dovrà eseguire l’autopsia nelle prossime ore.

Il giovane ghanese, in attesa di ulteriori dettagli sulla vicenda, è stato trasferito nel carcere di piazza Lanza.

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA