Simulazione

Nave in fiamme a Palermo ma è solo una maxi esercitazione

2016060702027003463P
7 giu 2016 - 10:18

PALERMO - Maxi esercitazione oggi a Palermo della Protezione Civile per il Progetto Impress. Un incendio a bordo di una nave da carico ormeggiata di fronte al porto di Palermo rischia di causare danni a cose e persone.

Il pauroso scenario è appunto al centro dell’esercitazione della Protezione civile che si terrà in città dalle 8 alle 14.

“L’esercitazione, realizzata con il massimo realismo e coordinata da Cnr e Comune, prevede l’ipotesi che le sostanze tossiche rilasciate dall’incendio a bordo della nave, a causa di venti nord-est hanno investito in particolare la zona della Kalsa, dove sono segnalate ”diverse persone che hanno bisogno di cure mediche”.

Ecco quale sarà lo scenario: “La Nave traghetto ”Vincenzo Florio”, in navigazione da Napoli a Palermo con a bordo 100 passeggeri e 65 persone di equipaggio comunicherà via radio alla Capitaneria di Porto di trovarsi alla fonda nell’area antistante il ”Foro Umberto I” a causa di un problema tecnico a bordo che ha sviluppato un grosso incendio.

La nave passeggeri, quindi, attiverà le proprie procedure di emergenza di bordo oltre alle squadre antincendio. Alcuni mezzi rotabili che trasportano merci pericolose verranno aggrediti dalle fiamme e causeranno delle esplosioni anche con il ferimento del personale impegnato nelle operazioni di spegnimento.

Si svilupperà altresì una imponente nube di fumo che in breve tempo avvolgerà i quartieri costieri adiacenti il porto di Palermo. Successivamente, “il Comando di bordo, a causa delle difficoltà nel domare l’incendio, deciderà per l’abbandono della nave. I naufraghi saranno trasportati nel Porto di Palermo ma a seguito di alcune verifiche con la lista passeggeri/crew list, si attiveranno delle ricerche in mare per la ricerca di 5 persone disperse. Fin dalla prima comunicazione il 12° M.R.S.C. assume il coordinamento delle operazioni in mare, predisponendo l’allertamento dei propri mezzi di soccorso e disponendo la successiva uscita di mezzi aereonavali. Contestualmente il 12° MRSC cercherà il contatto con la SORIS per dare l’allarme per un incendio a bordo di nave alla fonda nell’area antistante il ”Foro Umberto I” con probabile emissione di gas tossici che, a causa di un vento di nord-est, si potrebbe espandere sul centro abitato”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA